Messa a terra di apparecchiature elettriche

Il compito della messa a terra elettrostatica conta sulla riduzione del rischio di esplosione di sostanze infiammabili, a seguito del flashover elettrostatico. È ampiamente utilizzato nel settore del trasporto e della lavorazione di gas, polveri e liquidi infiammabili.

Messa a terra elettrostatica che contiene una forma diversa. I modelli più pratici e meno complicati sono mostrati dal morsetto di messa a terra e dal filo. Più avanzati e tecnologicamente avanzati sono dotati di un modo per controllare le condizioni di messa a terra, che consente il dosaggio o il trasporto del prodotto quando la messa a terra è stata correttamente collegata.

La messa a terra elettrostatica viene spesso eseguita durante il carico o lo scarico di autocisterne ferroviarie e stradali, serbatoi, barili, i cosiddetti big-bag o elementi di installazioni di processo.

In seguito al riempimento o allo svuotamento di serbatoi con nuovi contenuti (ad es. Serbatoi con polveri, granuli, liquidi, possono verificarsi cariche elettrostatiche pericolose. La fonte della loro posizione probabilmente vive anche mescolando, pompando o spruzzando sostanze infiammabili. Le cariche elettriche derivano dal contatto o dalla condivisione di singole particelle. La quantità di carica elettrica dipenderà dalle proprietà elettrostatiche delle superfici che si toccano. In guadagno naturale e rapido contatto con il terreno o bersaglio non caricato, può essere generato un breve impulso di corrente che sarà noto in termini di scintilla.La mancanza di controllo sulla scarica di scintilla può innescare la miscela di gas e aria, il che indica un'esplosione o una brutta esplosione. La messa a terra elettrostatica elimina il rischio di esplosione a causa della scarica controllata di cariche elettrostatiche.